scamparla, di domenica

Ci sono dei sabati che lo Zampa mi tira giù dal letto a orari improponibili per fare un salto all’ortomercato. Ieri era uno di quei sabati. Tra le altre cose mi porto a casa una cassa di puntarelle per due euro.

Le sfoltisco con mano pesante e le taglio tutte per il lungo. Le metto nel lavandino della cucina con acqua freddissima e ghiaccio.

Preparo una marinatura molto abbondante. Aglio (mezza testa), acciughe, olio d’oliva extravergine (tanto, anche troppo), un po’ di peperoncino e qualche cucchiaino di senape, sale e pepe. Scolo e asciugo le puntarelle e le metto in una terrina capiente insieme alla marinatura, poi copro con pellicola trasparente e ficco tutto in frigo.

Vado in pescheria. La mia di fiducia: ho gli agganci. Compro almeno sedici (siamo in quattro, tre a testa è un numero accettabile, ma mi garantisco per le richieste di bis) scampi freschissimi, da mangiare crudi. Torno a casa. Metto gli scampi in frigo.

Domenica, poco prima che moglie e figli tornino dalla piscina,  tiro fuori gli scampi, li lavo in acqua salata e li sguscio. Prendo le puntarelle marinate e le distribuisco, con l’eleganza di cui sono capace, in quattro piatti piani. Distribuisco tre scampi per ogni piatto e li accompagno con una spruzzatina di limone, un filo d’olio e una presa di pepe nero macinato.

Metto a tavola.

Quando la famiglia torna dalla piscina, spazza selvaggiamente e chiede se ce n’è ancora.

Ce n’è sempre ancora.

I bambini acqua del rubinetto, mia moglie e io un bianco delle langhe, az. agricola Teo Costa, 2010

3 commenti
  1. M.G. ha detto:

    A bere i vini di Teo Costa si fa sempre cosa buona e giusta. Magari lo avrai già provato, ma ti segnalo egualmente il suo spumante. Nome, “Campagne italiane” che ti fa pensare ad una goliardata enoica, etichetta credo tra le più orribili mai realizzate (roba degna dei moscati che si vincevano al luna park sparando ai pupazzi), vino molto interessante e spiazzante.
    M.G.

    Mi piace

  2. Le mie puntarelle le ho buttate: a vederle sembravano buone, dentro erano gelate. Che fregatura….

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: