raccontino edificante

La ragazza Rom chiede l’elemosina mentre allatta il suo bimbo quasi tutti i giorni seduta all’ingresso del supermercato sotto casa mia. E’ molto carina. Somiglia vagamente alla Maruschka Detmers  di Prenom Carmen. Mi sorride tutte le mattine quando mi saluta e mi mette di buon umore. Fino a poco tempo fa aveva anche un cagnetto, un cucciolo. E’ da qualche tempo che il cagnetto non c’è più.

10705-Prenom-Carmen

Stamane, mentre passo lì davanti per portare a scuola Leonida, lei è lì come sempre. Ci salutiamo. Mi si affianca una donnetta rattrappita e, senza riguardo per la barriera che cerco di porre tra me e i rompicoglioni, mi rivolge la parola.

-Ho notato sa… che è un po’ di tempo che non c’è più quel bel cagnetto… era così dolce… mah, questi zingari… non sanno mica badarci alle bestiole… poveretto chissà che gli sarà successo… ah, questi zingari…-

-Come… signora –dico io mentre mi accendo una sigaretta – non lo sa? Strano, lo sanno tutti…

-Cosa?

-Che questi zingari… allevano i cani finché non sono pronti, poi li vendono ai ristoranti cinesi… non lo sa lei che i cinesi mangiano i cani e pagano bene?!-

Mi guarda allibita. La sfiora il dubbio che la stia prendendo in giro? Non lo so. Se ne va più rattrappita di prima.

In realtà qualche tempo fa la ragazza mi aveva fermato chiedendomi se sapevo, visto che avevo il cane, perché era tutto il giorno che il suo cagnolino vomitava e non mangiava. Le avevo detto di aspettarmi lì che portavo giù il mio e poi l’accompagnavo dal veterinario, che il suo cane sicuro non era stato vaccinato e si era beccato il cimurro.

Mi aveva detto di si, che mi aspettava. Ero andato e tornato di corsa e l’avevo accompagnata dal mio veterinario, ma in realtà dubitavo servisse ormai a qualcosa. Il cimurro non si cura, si curano a botte di antibiotico le infezioni che causa e ci si affida alla fibra dell’animale. Il cucciolo della ragazza era troppo piccolo e troppo giovane.

Il giorno dopo il cane non c’era più. Lei, anche se sorrideva, aveva pianto molto.

2 commenti
  1. È un pezzullo che va diritto al cuore!

    (Mi dispiace di non essere venuto iersera, colpa di Pasini che non mi ha avvertito in tempo… alla prossima senz’altro).

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: