archivio

Archivi tag: Boxe

10th March 1954: Four young boxers practice their shadow boxing in front of a large mirror at a Dundee gymnasium. (Photo by Central Press/Getty Images)

Nella storia della boxe ci sono state molte sfide in cui il quadrato del ring si è allargato fino a contenere il mondo. Ne abbiamo raccontate quindici, tanti quante sono le riprese di un incontro per il titolo mondiale dei pesi massimi. Va detto che abbiamo scelto quelle più vicine alla nostra sensibilità e la cui idea di mondo uscita da quei ring più somigliava alla nostra idea di mondo. Pur non potendo prescindere dagli uomini che le hanno affrontate in qualche modo queste sfide, questi incontri di pugilato che abbiamo raccontato, li hanno superati assumendo valori etici, storici e sociali inaspettati e duraturi.

Gli eventi in se si sono caricati di significati di cui i protagonisti da soli non erano portatori prima di affrontarli, ma da cui saranno cambiati per sempre, cambiando spesso proprio con l’incidenza di questo valore etico la realtà sociale del loro tempo.

Quello che abbiamo cercato di fare è di restituire con il racconto e i disegni, quel senso di epicità cui sono assurte quelle sfide combattute da uomini normali (normali, poi, fino a un certo punto… che per essere pugili come quelli occorre un briciolo di eccezionalità), spesso addirittura alieni a ciò di cui diventeranno simbolo, ma che non avrebbero potuto diventare epiche se non fossero state combattute proprio da quegli uomini.

Abbiamo cercato di raccontare la boxe attraverso la vita, perché questo sappiamo fare e perché, come ha splendidamente detto una volta Arthur Cravan, pugile e poeta, le parole (e i disegni) sono i nostri pugni serrati.

Dal postscriptum di PUGNI, in uscita domani per i tipi di BeccoGiallo

pugile

10383040_1622385264695133_5756303298776455202_n

Sto trascurando il blog. Lo so. Ma non faccio apposta.

E’ che mi sono un po’ distratto.

Comunque se ti aggrada la mia sintassi qui ti spiego perché Larcenet è un gigante, mentre qui perché se leggi il francioso non devi lasciarti sfuggire l’autobiografia di Druillet.

Poi quando uscirà Scuola di Fumetto n.97 ci troverai un mio pezzo sui motivi per cui Qui di McGuire è un volume imprescindibile.

E tutto il resto che va avanti. Il progetto con il Castaldi. Il mio dannato saggio su Paname i fumetti la rivoluzione. Altre cose di cui ti dirò.

Salud y libertad

Poi non è vero che non sto facendo niente.

Dal lunedì al venerdì mi do da fare per mettere insieme il pranzo con la cena. Sono quaranta e passa ore della mia vita.

Mi dedico alla famiglia, cose tipo: far la spesa, cucinare la cena, correggere (raramente, che di solito lo fa mia moglie, ma capita) i compiti del piccolo; provare (quasi sempre) storia e latino  a quello grande.

Passeggio il cane. Guardo serie tv. Leggo romanzetti. Vado in Scighera con i miei compagni di sbronza.

Poi per esempio, su Scuola di Fumetto, il numero 96, ho appena pubblicato un pezzo sui quarant’anni di Metal Hurlant e su alcune idee che c’ho sul fumetto.

11255210_10206742510710544_5024005927264500836_n

Poi per esempio su Fumettologica è appena uscita una mia personale considerazione della biografia di Hitler di Mizuki.

hitler0

Poi per esempio con il mio amico Paolo Castaldi sto lavorando a una cosa fichissima sulla boxe.

10930880_368325446706452_1539364548081974552_n

Poi per esempio sto cercando di scrivere un saggio ambiziosissimo su Parigi, il situazionismo, il fumetto e la libertà (non solo d’espressione).

11205983_10206720014828161_3040337664160029974_n

Poi per esempio, insomma l’hai capito: vivo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: